Gas radon, da Confesercenti Lecce attivo il servizio di rilevamento

seminario gas radon confesercenti Lecce

Le modalità di accertamento della presenza di gas radon sono state il tema principale affrontato nel corso del seminario informativo organizzato da Confesercenti Lecce presso la propria sede.

Dopo i saluti introduttivi del direttore Antonio Schipa, l’ingegnere ambientale Pasquale Melpignano ha illustrato ai partecipanti tutti gli obblighi stabiliti dalla legge regionale n. 30 del 03 novembre 2016 – “Norme in materia di riduzione delle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente chiuso” – modificata dall’art. 25 della L.R. n. 36 del 09 agosto 2017.I soggetti obbligati alle rilevazioni sono gli esercenti di attività economiche (commercio, artigianato, servizi, ecc.) e liberi professionisti la cui attività ha sede in locali ubicati ai piani terra, semi interrato, interrato e solo nelle aree dove è previsto/consentito l’accesso al pubblico (per le altre aree è discrezione dell’interessato procedere ai controlli).

Qualora vi siano all’interno dell’attività delle aree (vani) dove non è previsto l’accesso al pubblico, il titolare dell’attività dovrà sottoscrivere apposita autocertificazione con la quale dichiara tale circostanza, sotto la propria responsabilità. Nel caso di disponibilità del locale con contratto di locazione, comodato, ecc. l’obbligo dei controlli è a carico dell’esercente affittuario, per i contratti in essere. La legge regionale non dà indicazioni in merito quindi le attività di monitoraggio potranno essere concordate in fase di sottoscrizione del contratto di locazione. L’avvio di nuova attività avverrà con agibilità temporanea fino alla conclusione delle misurazioni con esito positivo che portano ad ottenere l’agibilità definitiva. La norma obbliga ad effettuare la misurazione del livello di concentrazione del gas radon nei locali (luoghi aperti al pubblico), da eseguire su base annua – su due semestri. Sono soggette al controllo le aree del locale dove è consentito/previsto l’accesso al pubblico (per le altre aree è discrezione dell’interessato eseguire le misurazioni).  Il professionista abilitato eseguirà i controlli attraverso il posizionamento di appositi dosimetri (uno per semestre di controllo), utilizzandone uno ogni 100 mq di locale (nel caso di locali comunicanti attraverso aperture non delimitate da porte, la superficie totale dei vani è da considerare entro i 100 mq).

I dosimetri saranno prelevati al termine del periodo di verifica e inviati ad uno specifico laboratorio che eseguirà le analisi e restituirà i risultati, in base ai quali il professionista incaricato redigerà una relazione che consegnerà al titolare. I risultati saranno trasmessi all’Arpa e al Comune competente territorialmente. La trasmissione delle misurazioni dovrà essere fatta entro l’11.02.2019 o al massimo entro 30 giorni dal 11.02.2019. In caso di mancata comunicazione delle misurazioni la legge prevede la sospensione della certificazione di agibilità.

seminario gas radon confesercenti lecce

Se fossero riscontrati dei livelli di gas superiori al minimo previsto per legge – 300 Bq/mc – occorre provvedere ad interventi di bonifica atti a garantire l’areazione dei locali affinché il gas non ristagni nell’ambiente dei locali stessi. L’areazione potrà essere realizzata sia attraverso apertura, ampliamento di porte e finestre, sia con sistemi di areazione forzata.

Per aiutare gli imprenditori a fronteggiare il rilevamento e il monitoraggio del gas Radon, Confesercenti ha attivato un servizio di consulenza sul radon agevolato a costi contenuti, che comprende nello specifico 2 dosimetri, analisi, relazione e l’intervento del professionista abilitato. Per ulteriori informazioni sul servizio è possibile telefonare allo 0832/241204 o scrivere una mail a info@confesercentilecce.it.

seminario gas radon confesercenti lecce
Pubblicato il